Il delicato tema della progettazione strutturale in Italia è in continua evoluzione, trova le sue fondamenta già a partire dal 1627 con l’emanazione del “1° Decreto relativo la sismica”, che definiva il metodo costruttivo detto “sistema baraccato alla beneventana”, basato su una struttura intelaiata in legno, fino all’entrata in vigore delle attuali “Norme Tecniche per le Costruzioni” con il D.M. 14 gennaio 2008 che fissano i parametri per la progettazione delle strutture in zona sismica sul territorio italiano.Vista sollecitazioni

Il più comune materiale per la realizzazione di un nuovo edificio continua ad essere il cemento armato, ma non per questo è l’unico utilizzabile, si potrebbe pensare di realizzare la stessa opera in muratura, legno, acciaio o combinando i diversi materiali, garantendone comunque lo stesso livello di sicurezza sia da un punto di vista statico che sismico.

Analisi dei carichi sull'arcoLa progettazione strutturale avviene per step successivi, si parte con la definizione di massima degli elementi resistenti sulla scorta dell’esperienza professionale del progettista, successivamente tramite l’utilizzo di software per il calcolo strutturale si realizza un modello ad elementi finiti nel quale vengono inseriti i parametri necessari alla progettazione: posizione geografica del sito, tipologia e classe d’uso dell’edificio, fattore di struttura, carichi agenti, combinazioni di carico, dimensioni geometriche degli elementi, le caratteristiche meccaniche dei materiali, ecc…;  è quindi poi possibile passare alla fase di verifica dei singoli elementi strutturali ed affinare il modello strutturale affinché sia verificato in ogni sua parte.

Mentre nelle nuove realizzazioni è possibile avere una maggiore libertà di scelta della tipologia di materiale da utilizzare e degli elementi resistenti, maggiori vincoli nascono sugli edifici esistenti, sui quali sia necessario intervenire per ottenere un miglioramento o adeguamento del comportamento delle strutture agli eventi sismici.
Verifiche di resistenza dell'arcoIn questo caso è necessario da parte del progettista un accurato studio sulle caratteristiche geometriche degli elementi portanti, sulle caratteriste meccaniche dei materiali utilizzati e sui carichi agenti sulla struttura. Sarà quindi compito del progettista valutare gli interventi da realizzare sempre tramite la modellazione delle strutture portanti.