La progettazione rappresenta la fase più importante nella realizzazione di un edificio, in particolare, il suo livello di efficienza energetica dipende in gran parte dalle tecniche costruttive introdotte in fase progettuale e dai materiali utilizzati.

Copia di foto_casa-ecologicaÈ possibile ottenere un buon livello di efficienza energetica sia per le nuove costruzioni attraverso tecniche di progettazione bio-climatica, sia per le costruzioni esistenti attraverso opportuni interventi di riqualificazione energetica.

Non esiste un unico modo per raggiungere una buona efficienza energetica, ma è importante scegliere di volta in volta la soluzione che meglio si addice alla specifica circostanza, analizzando l’edificio nella sua totalità.

 

Si possono individuare diversi ambiti d’intervento:

– progettazione di involucri edilizi per ridurre la trasmittanza termica di pareti e superfici finestrate;

– cura dei dettagli costruttivi al fine di ridurre al massimo ponti termici e infiltrazioni;

– ottimizzazione stagionale degli apporti solari termici e luminosi;

– ottimizzazione dei consumi energetici mediante impianti a bassa energia;

– sfruttamento dei criteri bioclimatici;

– coibentazione adeguata del sistema di distribuzione del calore;

– utilizzo di risorse rinnovabili per soddisfare i requisiti dell’edificio tramite collettori solari e pannelli fotovoltaici;

– riduzione degli sprechi derivanti dal riscaldamento o raffrescamento di ambienti inutilizzati.